massaggio-terapeutico-thailandese_my_thai-bologna-thai-massage-center-massaggio-tradizionale-tailandese

Far scorrere l’energia vitale riattivando i canali energetici con il Massaggio thailandese.

Il Massaggio thai si fonda sul concetto che il corpo sia solcato da canali attraversati dall’energia vitale. Lo scopo del Massaggio thai è quello di ripristinarne la corretta circolazione di questa energia, senza la quale il corpo si trova in un stato di disagio e sofferenza. Ogni manipolazione, ogni azione del Massaggio thai serve a riattivare questi canali.


La più antica testimonianza in occidente del Massaggio terapeutico thailandese proviene da Simon de la Loubère, che si recò nell’antico Regno del Siam, l’odierna Thailandia, tra la fine del 1687 e l’inizio del 1688 in missione diplomatica per conto del Regno di Francia.

Quando qualcuno nel Regno del Siam è malato, affida il suo corpo a una persona esperta a camminare su di lui con i piedi.

Simon de la Loubère, Du Royaume de Siam, 1691

Le più antiche testimonianze del Massaggio tradizionale in Thailandia erano invece conservate nella corte reale di Ayutthaya, da monaci insegnanti e trattate con lo stesso rispetto dei testi buddhisti.

Purtroppo quasi tutte queste copie cartacee, contenenti la teoria alla base del Massaggio thai vennero distrutte nell’invasione birmana che segnò la fine del Regno di Ayutthaya nel 1767.
.

A guide to pressure points for use in 'Thai Yoga Massage'. Diagram: human figure showing pressure points. circa 1850 Published: -

.
Fortunatamente alcuni frammenti furono salvati. Non necessariamente quelli delle immagini che vi abbiamo appena mostrato anche se hanno una datazione simile, e consentirono nel 1832 al re Rama III, di tramandare questa conoscenza. Fece incidere sui muri dell’odierno tempio Wat Pho di Bangkok, un’opera che ancora oggi è possibile ammirare come nella foto di apertura: 60 figure del corpo, 30 anteriori e 30 posteriori, che rappresentano la base della teoria del Massaggio tradizionale thailandese.

Ma perché queste tavole sono così importanti per la trasmissione degli insegnamenti del massaggio thai?
Per la rappresentazione precisa delle 10 linee energetiche principali.

.

Antiche incisioni sui meridiani thai scuola massaggio thailandese wat pho bangkok

LA TEORIA

Il Massaggio thai si fonda sul concetto che il corpo sia solcato da 10 canali principali denominati sen che sono attraversati dall’energia vitale e il suo scopo è ripristinare la corretta circolazione dell‘energia vitale.

Quando l’energia vitale non circola adeguatamente nei sen, il corpo può andare incontro a diversi disagi. I più comuni sono lo stress, il malumore, la pressione alta. Disagi che potrebbero trasformarsi in patologie.

Per questo i thai non ricorrono al massaggio solo quando stanno male, ma per mantenere uno stato di equilibrio con l’energia vitale (in sanscrito prāṇa) che attraversa il nostro corpo se i 10 sen sono liberi.

Il concetto dei canali energetici che solcano il corpo non è presente solo nella cultura thai. Così come il concetto dell’energia vitale che vi scorre dentro. Che è presente sia in molte culture asiatiche (il qi cinese o il ki giapponese o il ci coreano) sia in quelle occidentali come quella greca e latina identificabile con il termine pneuma o forza vitale o in quella ebraica con il concetto di ruach.

Ma tornando alle teoria alla base del Massaggio terapeutico thailandese, questa forma d’energia, così come i canali, sono invisibili e non verificabili dagli strumenti scientifici attuali. Ma la tradizione thai ritiene che i sen costituiscano un secondo corpo: il corpo energetico. Strettamente intrecciato, ovviamente, con il corpo fisico, il solo corpo di cui si abbia esperienza sensoriale.

.

.

Per sbloccare i canali il terapeuta di Massaggio thai esegue delle manipolazioni, mutuate anche dall’agopuntura e dalla digitopressione cinese oltre che dallo Yoga indiano.

Utilizza diverse parti del suo corpo (palmi delle mani, pollici dita, gomiti, avambracci, piedi, talloni, ginocchia) e effettua altre “manipolazioni” come compressioni, estensioni, torsioni, stiramenti, bloccaggio del corpo e degli arti del massaggiato con mani, piedi e ginocchia e a volte la classica “camminata” sulla schiena del massaggiato.

Il massaggio thai produce una serie di benefici comuni anche ad altri tipi di massaggio in grado di alleviare contratture o dolori che derivano da posizioni sbagliate. Ma sono proprio le manipolazioni che permettono di far fluire l’energia vitale quelle in grado di restituire relax, equilibrio, pace interiore ed energia. I vantaggi più conosciuti di una tipologia di massaggio, che rende il Thai Massage uno dei più diffusi e conosciuti nel mondo.

A partire da quel lontano 1691, quando il primo farang* (straniero in thai) ne parlò all’Académie Française.


Fonti: per la teoria del massaggio Thai Wikipedia in lingua francese, italiana e il libro The complete guide to Traditional Thai Massage di Elefteria Mantzorou.
Wikipedia in lingua inglese per la storia di Simon de la Loubère.

Immagini dei manoscritti: L0027325 Siamese Manuscript e L0027324 Siamese Manuscript, Pressure Massage Manual. Credit: Wellcome Library, London. Wellcome Images Copyrighted work available under Creative Commons Attribution only licence CC BY 4.0.

Immagine in apertura da Shutterstock.

Per approfondimenti sul concetto di Prana vi rimandiamo alla pagina di Wikipedia in lingua italiana e in lingua inglese..


.* La curiosità. Il termine farang (in thai: ฝรั่ง) è la parola che viene usata in Thailandia per indicare tutte le persone di razza occidentale. Il termine deriva da farangset, falangsè, français: i primi occidentali ad avere contatti con il Regno del Siam furono infatti i francesi.

 

3 Comments

Comments are closed.

My Thai di Duangdee Dawrat – P.IVA 03661811202 – C.F. DNGDRT84T57Z241C – Via Cesare Boldrini 10/C, 40121 Bologna – Tel. 391 7655744 – info@mythai.itPolicy